La seconda prima volta

diCHIARAzione ha incontrato Chiara lo scorso 15 maggio. E un mercoledì che con necessità matematica si ripresenta puntuale dopo centoquarantaquattro ore è diventato IL mercoledì irripetibile della prima volta di casa mia trasformata in teatro domestico. SENZA PALCO NÉ SIPARIO, così ho battezzato il ciclo di incontri. Perché tutto accade in salotto: il tavolo da pranzo cede il posto alla scena e sedie composte attendono gli spettatori in platea. Ecco l’immagine della buona notte la sera prima della prima. È l’una passata...

Prologo: rincasata dopo il lavoro, indosso i panni della cuoca domestica allacciando il mio fido grembiule. Che lo spettacolo pirotecnico dei fuochi da fornello abbia inizio! Appronto la cena per i quindici spettatori con un cast di pentole, coltelli, cucchiai, teglie e mattarelli. E giù a tagliar melanzane e a frullar pelati per il primo attore: il sugo alla siciliana al mio sentor di menta per il pacchero da Oscar Benedetto Cavalieri. Due padelle che sommessamente borbottano per ore la loro parte e io che le annuso, le mescolo, le assaggio regolando di sale e zucchero alla ricerca del sapore del sugo nella mia memoria. È una danza dai fornelli al tagliere: ora entrano in scena le signore mele e le giovinette fragole. Sbuccio, affetto, accomodo in pentola e attendo paziente che la polpa soda si abbandoni a diventar composta. Due stampi di pasta frolla la attendono golosi! E io golosamente assaggio le briciole dell’impasto di burro, farina, zucchero e uova: se è buono da crudo sosterrà egregiamente la parte anche da cotto! Sforno la prima crostata, inforno la seconda e il profumo di quei dolci vapori mi conforta nella riuscita. All’indomani per il debutto in scena dell’assaggio.

È IL mercoledì. Dopo il lavoro mi scapicollo a casa. Chiara e il tecnico del suono sono in arrivo e io sono Achille piè veloce sulla mia due ruote supersonica. Eccomi, sono arrivata. Suona il citofono: è Chiara. Attendo sulla porta di casa e la scorgo china con un tavolino portato a spalla per quattro piani. Ci siamo: ora il palco ha la sua scenografia. Posizioniamo il co-protagonista a quattro gambe di legno sotto la luce “drammatica” della scena e le prove hanno inizio. La mia camera da letto diventa il dietro le quinte con Chiara che ripassa il copione, dà le battute al tecnico del suono per gli attacchi musicali, fa la spola tra il letto e il tavolino sulla scena ripetendo la parte.

Suona il citofono: ospiti in arrivo! Tanta merda (come dicono i teatranti) e si va in scena!

Guardo il mio teatro domestico da spettatrice: eccolo lì, senza palco né sipario, tra gli applausi a scena aperta…

Brava Chiara! Siamo tutti d’accordo. Brava brava brava! Brindisi! E abbia inizio il dopo teatro di cena e chiacchiere! Chiara sul divano che chiede il bis dei paccheri alla siciliana a modo mio (buona la prima anche per le crostate!). Chiara che chiacchiera con gli ospiti e gli ospiti che chiacchierano tra loro…

Come sarà questa seconda prima volta?


Emozionata di scoprire con voi


LA MIA VITA CON MOZART

con Chiara Stoppa e accompagnamento al pianoforte di Angela Lazzaroni


QUANDO

giovedì 10 ottobre ore 20:30


DOVE

diCHIARAzione

Milano | Quartiere Isola

L’indirizzo sarà comunicato via mail ai partecipanti.


LA MIA VITA CON MOZART

È la storia di un ragazzo che non riesce a trovare la propria anima e che infine si salva e impara ad amare la vita grazie alla musica di Mozart.

Un racconto profondo come un’opera filosofica e avvincente come un romanzo, una guida all’ascolto di noi stessi tramite Mozart al cospetto dei grandi quesiti dell’esistenza: Dio, l’amore, la morte, perché viviamo, cos’è il dolore.

La scoperta di come l’infanzia diventi spirito dell’infanzia in età avanzata, la profondità e la leggerezza non siano l’una il contrario dell’altra, la sofferenza e l’allegria non si escludano a vicenda.

Perché l’arte è semplicità e non c’è bisogno del rumore e delle tinte forti per affermare la bellezza, né per incantare il pubblico.


DURATA

60 minuti


CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO

20 euro per spettacolo teatrale con dessert mozartiano e brindisi viennese a seguire (segnalare eventuali intolleranze, allergie o preferenze vegane a info@dichiarazione.net)


POSTI DISPONIBILI

20


ATTRICE

Chiara Stoppa è diplomata al Piccolo Teatro di Milano e dal 1999 lavora come attrice professionista in importanti produzioni del Piccolo Teatro. Ha collaborato con noti registi tra cui Gianfranco De Bosio, Peter Stein e Peppino Patroni Griffi e recitato al fianco di sublimi attrici quali Franca Valeri, Rossella Falk e Laura Marinoni. Nel 2003 incontra ATIR Teatro Ringhiera grazie a un laboratorio e inizia a collaborare con la compagnia partecipando agli spettacoli “Troiane” e “Donne in Parlamento”. Nel 2007 diventa socia ATIR, di cui oggi è Presidente e presso cui conduce laboratori teatrali per bambini e diversamente abili.


PIANISTA

Angela Lazzaroni si è diplomata in pianoforte studiando con Luisella Minini alla Civica Scuola di Musica di Milano e in clavicembalo al Conservatorio Giuseppe Verdi sotto la guida di Mariolina Porrà.

Vincitrice in duo di concorsi internazionali e nazionali, ha tenuto numerosi concerti sia come solista che in duo, trio e in varie formazioni cameristiche e suonando anche per enti importanti come il Festival internazionale Mozart di Rovereto, La Società dei Concerti, Serate Musicali e Gioventù Musicale d’Italia.

Ha collaborato come pianista accompagnatrice in varie masterclass, col Teatro alla Scala e con importanti musicisti tra cui Giuseppe Gulli, Maja Jokanovic e Fabrizio Meloni.

Si è perfezionata in pianoforte col pianista polacco Marian Mika e in clavicembalo con Ottavio Dantone, Nicola Reniero ed Emilia Fadini.

Come clavicembalista ha collaborato con numerose orchestre anche come solista (Archi della Scala, Festival Internazionale di Brescia e Bergamo, Pomeriggi Musicali, Nuova Cameristica, Orchestra Verdi, Milano Classica).

Per la rivista “Amadeus” e per l’etichetta Urania Records ha pubblicato un cd a quattro mani con Chiara Nicora suonando clavicembalo, fortepiano e pianoforte. Si è inoltre esibita in esecuzioni orchestrali registrate per La Bottega Discantica, Ricordi e Rai Radio 3.

Dirige la scuola di musica Accademia Ambrosiana di Milano dove insegna pianoforte ed è piano accompanist nella classe di canto del soprano Patrizia Zanardi all’università americana IES Abroad. Tiene regolarmente incontri musicali per i detenuti al carcere San Vittore.


INFO

info@dichiarazione.net


PRENOTAZIONI

https://www.comehome.fun/events/5d91cc62fa4db83b21dd9556

© 2023 by Jade&Andy. Proudly created with Wix.com